"Non facciamo sciopero ma Renzi cambi la manovra", su "Il Piccolo" dell'11 dicembre 2014

b_180_160_16777215_00_images_foto_annamaria_furlan.jpg


"Il timore dell'isolamento non ci tocca". Così Annamaria Furlan commenta la non partecipazione della Cisl allo sciopero di Cgil e Uil. "Noi abbiamo scelto altri strumenti: per contribuire a far uscire il paese dalla crisi non serve un solo giorno, ma una mobilitazione continua sulle proposte, ed è quello che stiamo facendo". E le proposte della Cisl riguardano "l'Europa ed il fiscal compact, da riformare e sospendere; la previdenza, con l'obiettivo della pensione anticipata; la partita fiscale, che non può più penalizzare il lavoro". Il Segretario della Cisl prosegue poi citando l'abolizione della tassa sulla prima casa per gli immobili modesti, l'alleggerimento del peso fiscale sulle buste paga di dipendenti e pensionati e parla anche del confronto che si farà con il governo sui decreti attuativi del Jobs Act "Per usicre dalla crisi serve una volontà comune con la partecipazione di tutti. Nessuno può pensare di fare passi così significativi in solitaria. Su questo il governo è in grave ritardo".

Allegati:
Scarica questo file (piccolo-11-dic-2014.pdf)piccolo-11-dic-2014.pdf306 kB

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.