Sardegna. Elezioni Rsu, Cisl Fp primo sindacato del pubblico impiego nell'isola

27 novembre 2015.La CISL FP strappa il primato alle elezioni per il rinnovo delle Rsu alla Regione Sardegna (24 e 25 novembre) e si conferma primo sindacato del pubblico impiego nell’isola. La segreteria nazionale della Cisl Fp e il segretario generale della federazione sarda, Davide Paderi, esprimono soddisfazione per il doppio primato: con quasi mille voti delle lavoratrici e dei lavoratori regionali, il risultato è una vittoria netta della Cisl Fp Sardegna nel comparto, ma anche una conferma per l’organizzazione sindacale uscita vincente dalla tornata elettorale del marzo scorso, tornata che ha riguardato tutti gli altri comparti pubblici e che ha premiato i cislini sardi come il sindacato più rappresentativo.In Regione, dove nei due giorni di voto l’affluenza alle urne è stata del 72%, le 12 liste presentate dalla CISL FP hanno dunque conquistato il primo posto, crescendo di quasi tre punti percentuali rispetto al 2012 e segnando un distacco rilevante sulle altre sigle confederali e autonome.Un risultato molto positivo, con percentuali straordinarie nelle Agenzie agricole, della ricerca e in molti Enti (LAORE ARGEA AGRIS AGENZIA LAVORO e CONSERVATORIA COSTE) - sottolineano la Cisl Fp nazionale e la Cisl Fp Sardegna - che premia il radicamento sui posti di lavoro e in tutti i territori, ma anche la concretezza, l’attenzione alle persone e la scommessa sulle competenze in una campagna portata avanti col messaggio "professioni al servizio dei sardi". La Cisl FP legge la conferma della leadership in tutti i settori del lavoro pubblico sardo e ora anche nel comparto Regione come stimolo e come responsabilità, per essere ancora più determinati e protagonisti, attraverso la contrattazione, del miglioramento dei servizi ai cittadini e della valorizzazione delle professioni al servizio delle comunità.

Comunicato Stampa Cisl Fp

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.