Calabria. Prosegue la mobilitazione per la legge di stabilita’

30 novembre 2015. La mobilitazione che ha visto oggi in campo il sindacato e i lavoratori inizia a dare i primi risultati. Sulle emergenze aperte (forestazione, LSU/LPU, Gioia Tauro, ammortizzatori sociali) la CISL vigilerà affinché nell’iter parlamentare della Legge di Stabilità vi siano risposte positive in coerenza con gli impegni più volte assunti da parte del Governo, per ultimo nella riunione di oggi a Roma.

Al Governo nazionale e al Governo regionale la CISL chiede inoltre, nel quadro di un impegno serio verso la parte più debole del Paese, l’attuazione di un Piano straordinario per l’Occupazione e il Lavoro che abbia al primo punto il varo di un sistema di politiche attive in grado di dare prospettive di ricollocazione produttiva ai tanti precari calabresi. La CISL rinnova l’appello alla delegazione parlamentare calabrese a continuare nell’impegno istituzionale a favore della nostra Regione in quanto solo attraverso una vera unità di intenti è possibile affrontare problematiche di enorme gravità come queste. Il sindacato continuerà nella mobilitazione fino a quando gli impegni assunti non diventeranno fatti concreti.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.