Calabria. Caf e patronati, prosegue il 7 dicembre la mobilitazione unitaria in tutta la regione contro i tagli previsti dalla Legge di stabilità

Calabria, 4 dicembre 2015. Proseguono le iniziative di mobilitazione di Cgil, Cisl, Uil Calabria per rivendicare profonde e sostanziali modifiche alla Legge di Stabilità attualmente in discussione al Parlamento. Lunedì 7 dicembre, con inizio alle ore 9.30, nelle città capoluogo e nei principali Comuni della nostra Regione si svolgeranno iniziative unitarie con presidi e volantinaggi per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle gravi conseguenze che potrebbero derivare dai tagli a CAF e Patronati. Questo è quanto dichiarano congiuntamente i Segretari generali della Calabria: Gravano, Tramonti e Biondo. “Il disegno di legge in discussione prevede, continuano, interventi per ridurre il fondo dei Patronati per un importo di 28 milioni nel 2016, e per tagliare il fondo per i CAF per un importo di 40 milioni nel 2016, 70 milioni nel 2017, 70 milioni per il 2018 e 100 milioni nel 2019”. “Se tutto ciò fosse confermato, soprattutto per una Regione come la nostra, si tratterebbe di un danno enorme con ricadute su lavoratori, pensionati, famiglie, immigrati per le maggiori difficoltà di accesso ai servizi e alle prestazioni da sempre garantiti dai CAF e dai Patronati”. “Per tutto questo, concludono i leader regionali, Cgil, Cisl, Uil e le rispettive strutture dei CAF e dei Patronati rivolgiamo un forte appello ai deputati calabresi affinché vengano esercitate le dovute pressioni politiche e istituzionali sul Governo e sui gruppi parlamentari per scongiurare i provvedimenti in questione”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.