Di Conza (Ust Cisl Foggia e Bat) su occupazione e infrastrutture 2016: la Cisl chiede una cabina di regia della crescita e dello sviluppo della Bat

Foggia, 16 gennaio 2016 -Il segretario Di Conza: “Il Patto per lo sviluppo siglato tra sindacati e Confindustria diventi patrimonio comune per rilanciare il territorio”. Una cabina di regia per la crescita e lo sviluppo della Provincia di Barletta, Andria e Trani, che nel 2016 dia il via libera definitivo alle principali progettualità infrastrutturali individuate nel Patto sottoscritto tra CGIL, CISL, UIL e Confindustria della Bat”. E’ la richiesta dell’Unione Sindacale Territoriale della CISL, che auspica per il nuovo anno un’accelerazione da parte delle Istituzioni locali, al fine di rilanciare le opportunità di crescita e di occupazione dell’area. “Per il territorio della Bat, il 2016 può esser l’anno della ripresa e del rilancio del sistema produttivo – afferma il segretario generale territoriale della CISL di Foggia e Bat, Emilio Di Conza - per dare finalmente nuove e valide opportunità lavorative ai numerosi giovani in cerca di occupazione”. In questa direzione, secondo la CISL, è necessario un ruolo più incisivo delle Istituzioni, al fine di promuovere la condivisione e la realizzazione degli obiettivi prioritari già ben individuati dalle parte sociali nel Patto siglato ad ottobre, come: la riqualificazione ecologica delle aree produttive; la realizzazione delle infrastrutture digitali e logistiche; la rigenerazione territoriale dell’ambito costiero; la redazione dei progetti integrati per le città intelligenti; un piano occupazionale e le attività per il lavoro.“Nell’anno 2016, il territorio della Bat – rileva Di Conza - deve saper valorizzare la positiva vivacità e il contributo propositivo del mondo delle associazioni imprenditoriali, sindacali e di categoria, che hanno manifestato grande sensibilità ai temi dello sviluppo e della crescita dell’area nell’ambito regionale. Obiettivo fondamentale è rafforzare – prosegue il segretario Di Conza - il tessuto produttivo locale, per garantirgli una maggiore capacità di export di quelle che sono le produzioni di eccellenza del territorio, a partire dai settori dell’agroalimentare e del calzaturiero”.A tal proposito, sarebbe di grande ausilio “una cabina di regia istituita presso l’Amministrazione Provinciale, composta dai Sindaci e da tutti i rappresentanti istituzionali, sociali e imprenditoriali, con compiti di coordinamento e d’interlocuzione con il Governo regionale, che faccia ‘sistema’ anche in vista del Master Plan dello sviluppo annunciato dal premier Renzi, che deve – a nostro avviso - recepire le istanze della Bat in un’ottica di sviluppo regionale. Nei prossimi mesi, sarà quindi determinante utilizzare le risorse comunitarie e tutte le risorse già stanziate”. Per il segretario CISL, “il 2016 deve segnare anche un cambio di passo della Regione che deve sciogliere i nodi che impediscono l’avvio di progetti e opportunità, come i ‘Cantieri di Cittadinanza’, i ‘Lavori minimi di Cittadinanza’ e ‘Garanzia giovani’, superando le lungaggini burocratiche, al fine di dare un minimo di risposte occupazionali e sociali all’emergenza economica e sociale”.

Ufficio Stampa UST CISL Foggia e Bat

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.