Scuola. Cisl Emilia Centrale: supplenti pagati “a singhiozzo”

Modena, 20 gennaio 2016. Sono ancora molti i supplenti senza stipendio dall’inizio dell’anno scolastico. Qualcuno ha ricevuto i corrispettivi di settembre e ottobre, ma non quelli dei mesi successivi; altri, invece, hanno avuto gli arretrati alla vigilia di Natale. È la Cisl Scuola Emilia Centrale a rivelare ancora una volta i pagamenti “a singhiozzo” dei supplenti, che stanno valutando clamorose forme di protesta come lo “sciopero bianco”, cioè andare in classe senza tenere la lezione. “Ormai non sappiamo più quali parole usare - dichiara Monica Barbolini, segretaria generale della Cisl Scuola Emilia Centrale - Ci sono insegnanti che non hanno nemmeno i soldi per pagarsi la benzina o i mezzi pubblici per raggiungere le scuole in cui lavorano. Alcuni sono talmente scoraggiati che minacciano di non recarsi più a scuola, ma così facendo rischierebbero di perdere la cattedra. Continuiamo a segnalare questi problemi agli Uffici scolastici provinciale e regionale, – continua Barbolini - ma tutti si rimpallano le responsabilità. Dimostra di essere davvero un pessimo datore di lavoro uno Stato che minaccia di licenziare gli assenteisti in 48 ore, ma da cinque mesi consecutivi non corrisponde il salario dovuto a tanti docenti che, conclude la segretaria generale della Cisl Scuola Emilia Centrale, educano e istruiscono i nostri figli”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.