Emilia Romagna. I consumatori modenesi hanno recuperato oltre 200mila euro grazie ad Adiconsum

Modena, 21 gennaio 2016. Grazie all’Adiconsum, l’anno scorso i consumatori modenesi hanno recuperato oltre 200 mila euro. Lo rende noto la stessa associazione consumatori della Cisl tracciando un bilancio dell’attività svolta nel 2015 a Modena e provincia. L’anno scorso Adiconsum Modena ha aperto 608 pratiche, 379 delle quali di conciliazione paritetica relative alla telefonia con Telecom-Tim, Wind, Fastweb e H3g. «Il 99 per cento delle conciliazioni telefoniche si è concluso positivamente per gli utenti, che hanno recuperato complessivamente 109.584,00 euro – afferma la responsabile provinciale di Adiconsum Adele Chiara Cangini, conciliatrice regionale per le controversie con le compagnie telefoniche - Le altre pratiche aperte nel 2015 riguardano problemi con le banche per i mutui, acquisto di auto nuove o usate, forniture di acqua, elettricità e gas. Non si contano, invece, le risposte e i consigli forniti quotidianamente al telefono o via mail. Si tratta perlopiù di persone anziane cui è stata carpita la buona fede e che vogliono annullare contratti telefonici o acquisti conclusi fuori dai locali commerciali. Sono numerosi, infine, i consumatori che chiedono informazioni sugli abbonamenti delle pay tv e sul canone Rai». A proposito del canone, l’Adiconsum ricorda che si paga a partire da luglio 2016 con addebito nella bolletta per l’energia elettrica e che il canone sarà oggetto di specifica e separata voce non comprensiva di Iva.

Ufficio stampa Cisl Modena

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.