Toscana/Agroalimentare. Sbarra (Fai Cisl): "La qualità del lavoro è al centro dell'eccellenza agroalimentare e ambientale della regione"

Roma, 2 Marzo 2016 - "La qualità del lavoro è al centro dell'eccellenza agroalimentare e ambientale toscana. Valorizzare e coinvolgere i territori, puntare su relazioni industriali più solide e partecipate, dare linfa e fiducia alla nostra prima linea significa costruire li futuro dei nostri settori e di tutto Paese".

Lo ha detto oggi Luigi Sbarra, Commissario nazionale Fai, a margine delle Assemblee congressuali territoriali di Pisa e Livorno della Categoria agro-industriale-ambientale della Cisl.

"I delegati Fai e le nostre strutture territoriali toscane contribuiscono ogni giorno a consolidare questa eccellenza, esercitando buona rappresentanza e facendo buona contrattazione. Elevano così tutele e produttività, salari e competitività, incidendo in modo determinante sui processi di sviluppo e di integrazione".

"E' così nell'industria, che tanto dà al nostro export; così per l'agricoltura, che vanta eccellenze e tipicità da difendere con specifiche normative sulla tracciabilità; così per i comparti forestali e della bonifica, che invocano maggiore attenzione da parte di politiche pubbliche su modelli protettivi e produttivi che uniscano organicamente difesa del suolo, del mare, rilancio delle filiere".

"Il congresso è lo strumento con il quale noi oggi rafforziamo e radichiamo ulteriormente la nostra rappresentanza, verso un patto per il rilancio del lavoro agricolo, industriale e ambientale e per la definizione di nuovi e concreti strumenti di partecipazione del lavoro nell'economia. Una sfida che la Fai raccoglie nel segno della grande tradizione della Cisl e del sindacalismo confederale”, conclude Sbarra.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.