Gruppo Marte. Fillea Cgil, Filca Cisl, Feneal Uil hanno incontrato il commissario liquidatore:”Massima attenzione agli interessi dei lavoratori già fortemente provati dalla vertenza”

Foggia, 4 marzo 2016. “Definire rapidamente l’iter giudiziario che ha coinvolto il Gruppo Marte al fine di evitare ulteriori gravi disagi ai lavoratori coinvolti”. Con questo obiettivo, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, giovedì 3 marzo 2016, hanno incontrato a Foggia il Commissario Liquidatore, Avvocato Caterina Monopoli, per chiedere chiarimenti in merito al Concordato preventivo relativo alle nove società che costituivano il Gruppo imprenditoriale della famiglia Fantini. Accompagnati dagli Avvocati delle organizzazioni sindacali, Raffaele Lepore, Rocco Cimmarusti, Donato Grasso e Simona Festa, i Segretari provinciali di Feneal, Filca e Fillea, Severino Minischetti, Urbano Falcone e Giovanni Tarantella hanno chiesto al Liquidatore di fare tutto il possibile, per quanto di sua competenza, per “concludere definitivamente le previste procedure di vendita dei beni delle società coinvolte, al fine di soddisfare quanto prima le spettanze dei numerosi lavoratori coinvolti, che vivono gravi difficoltà professionali, economiche e familiari”. Sono oltre 500 gli addetti coinvolti nel Concordato Preventivo, attualmente in corso davanti al Tribunale di Foggia, a seguito della chiusura di quello Lucera, del “Gruppo Marte” costituito dalle società: Marte S.p.A.; Ala Fantini S.r.l.; Saba S.r.l.; Ala Fantini Precompressi S.r.l.; Latermont S.r.l.; Fornaci Ioniche S.r.l.; Ilas Alveolater S.r.l.; Celam S.p.A.; Fantini Service S.r.l. Una lunga vertenza che ha registrato considerevoli ritardi anche a causa della soppressione del Tribunale lucerino ed il passaggio della causa ad un nuovo Giudice delegato. Dall’incontro svoltosi presso lo studio del Liquidatore, è emerso che la situazione giudiziaria è ancora in via di definizione anche a seguito di un ricorso presentato da un creditore davanti alla Corte di Cassazione, dalla cui pronuncia dipende la conclusione dell’intero iter procedurale. Con conseguenze rilevanti anche sulle vicende retributive e previdenziali dei lavoratori, ai quali sta per scadere il periodo di mobilità, “rischiando di rimanere – hanno evidenziato i sindacati al Liquidatore - senza un minimo di sostentamento in quanto impossibilitati ad avere la documentazione necessaria per accedere al fondo di garanzia dell’INPS”. Nell’incontro, è stata altresì rilevata dalle parti la particolare complessità delle vertenza, dovuta alla necessità di procedere ad aste giudiziarie separate per ogni società del Gruppo Marte ed al fatto che si dovrà provvedere prioritariamente al rimborso dei costi sostenuti per l’espletamento delle procedure fallimentari. Da parte sua, il Liquidatore ha assicurato alle organizzazioni sindacali la massima attenzione ed ha evidenziato che si sta procedendo anche attraverso la procedura delle aste on line, al fine di garantire al meglio la celerità e la trasparenza consentite dalla Legge. In conclusione, le parti presenti hanno concordato un nuovo incontro da tenersi nel mese di maggio al fine di avere ulteriori aggiornamenti sulla vicenda. Ufficio stampa Cisl Foggia

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.