Puglia. Immigrati, Anolf e Fai Cisl di Foggia: domani iniziativa di solidarietà nel “Ghetto”

Foggia, 23 marzo 2016. Domattina l'Anolf Cisl di Foggia, in collaborazione con la Fai Cisl territoriale, distribuirà 90 materassi e coperte ai residenti del "Ghetto" ubicato nelle campagne tra San Severo e Rignano Garganico. "Si tratta di un gesto concreto di solidarietà a favore di questi lavoratori - afferma il presidente provinciale dell'Anolf, Diego de Mita - ancora fortemente disagiati anche a causa del recente incendio delle baracche avvenuto nel mese di febbraio scorso. Le recenti piogge hanno aggravato ulteriormente una situazione socio-sanitaria già al limite della sopravvivenza umana, per questo facciamo appello a tutte le Autorità competenti, agli Enti, alle associazioni ed a tutte le persone di buona volontà affinché si attivino per portare assistenza e conforto per alleviare le gravi sofferenze di queste persone". La Fai Cisl di Foggia conferma l'attenzione alla vicenda e si farà portavoce anche a livello nazionale, mediante le proprie strutture, della necessità di un intervento del Governo finalizzato ad intensificare la lotta al caporalato ed allo sfruttamento del lavoro in agricoltura. "Auspichiamo che si proceda al più presto - afferma il segretario generale della Fai Cisl di Foggia, Franco Bambacigno - alla individuazione di una soluzione altermativa attraverso la realizzazione di moduli abitativi per i lavoratori stanziali ed un supporto mobile per i numerosi stagionali, il cui numero crescerà in maniera esponenziale nei prossimi mesi, in vista della raccolta del pomodoro. A tal fine, sollecitiamo la Regione Puglia - aggiunge Bambacigno - a riconvocare il tavolo regionale con le organizzazioni sindacali per definire tempestivamente un piano di accoglienza e gestione del flusso migratorio". La distribuzione dei materassi, a cura dei volontari dell'Anolf Cisl, è resa possibile grazie alla donazione dell'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo ed all'impegno della ONG Solidaunia di Foggia. "Ringraziamo di cuore per la sensibilità dimostrata alle problematiche dei lavoratori del Ghetto - afferma de Mita - che rappresentano gli ultimi di questa società e di questo territorio provinciale, che deve, con il sostegno della Regione Puglia, riuscire quanto prima a cancellare questa pagina vergognosa della nostra storia più recente". Ufficio stampa Cisl Foggia

 

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.