Puglia. Appalto Alenia, Fim Cisl Taranto -Brindisi: "Scelte imprenditoriali incomprensibili"

Brindisi, 3 aprile 2016 - La notizia dei circa 70 lavoratori di Tecnomessapia che rimarranno senza lavoro, fa alzare la mira sulle scelte adottate nelle ditte esterne operanti in Alenia.

«Da circa un anno – dichiara il segretario generale della Fim-Cisl Taranto Brindisi, Valerio D’Alò - era noto che, per tenuta dei costi e scelte infelici di una precedente gestione, Finmeccanica avrebbe internalizzato alcune attività. Nonostante questo, negli ultimi mesi, sono state effettuate operazioni del tutto incomprensibili: i numeri in appalto sono stati anche aumentati in una logica fuori controllo. Ora queste scelte rischiano di ricadere sui lavoratori».
Situazione che preoccupa non poco i lavoratori che vedono nubi sul proprio futuro occupazionale.
«Come Fim - aggiunge il segretario territoriale di Brindisi Fim-Cisl, Michele Tamburrano - saremo al fianco di questi lavoratori, perché non siano loro a dover pagare il prezzo delle scelte dei loro datori di lavoro».  Ufficio Stampa Fim-Cisl

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.