Calabria. La solidarietà di Cisl e Fai a Filippo Callipo per il 'grave e vigliacco' atto intimidatorio subito

Roma, 4 aprile 2016 - "Piena, sincera e convinta solidarietà a Pippo Callipo, alla sua famiglia e a tutti i suoi collaboratori, per il grave e vigliacco atto intimidatorio recentemente subito. E’ essenziale ora che magistratura e inquirenti facciano chiarezza sull’accaduto e che i responsabili vengano al più presto assicurati alla giustizia". Lo afferma in una nota Luigi Sbarra, Commissario della Fai-Cisl nazionale e Segretario Confederale della Cisl, in relazione ai colpi di ama da fuoco esplosi di fronte al resort dell'imprenditore e presidente di Confindustria Vibo Valentia. "Negli anni Callipo ha dimostrato quanto la Calabria e il Mezzogiorno possano e sappiano dare al Paese in termini di eccellenza, di qualità dell'impresa , di competitività, di lavoro ben professionalizzato e tutelato. E' la via di una crescita sostenuta, produttiva, attenta al sociale, che prosciuga quel bisogno e quel sottosviluppo di cui si nutre ogni giorno la criminalità organizzata. Il grave fatto dell'altra notte dimostra che questa determinazione può aver dato fastidio a qualcuno. La Fai e la Cisl esprimono la più sentita vicinanza, a partire dalle rappresentanze nei singoli posti di lavoro, fino alle strutture nazionali, nella certezza che Callipo continuerà a lavorare con più forza, coraggio e convinzione di sempre", conclude Sbarra.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.