Comune. Terrinoni (Cisl Roma): bene la proposta ProDemos, ma si apra il confronto con le parti sociali

Roma, 5 maggio 2016. “Apprendiamo oggi da alcuni quotidiani nazionali di una proposta, presentata ieri dall’associazione ProDemos e dal sottosegretario di Stato Angelo Rughetti che, sostanzialmente, finanzierebbe parte del passivo della gestione commissariale con un’anticipazione di liquidità da parte del Tesoro: una mossa che, consentendo un risparmio di 2,6 miliardi di interessi, aprirebbe nuovi scenari a vantaggio delle famiglie e dei contribuenti romani. Un piano per una sostanziale ristrutturazione del debito che, seppure sembra andare nella giusta direzione, andrebbe approfondito in tutte le sue sfaccettature, articolazioni e conseguenze aprendo con le parti sociali, immediatamente, il confronto”. Così, in una nota, Paolo Terrinoni, segretario generale della Cisl di Roma. “Da diverso tempo, infatti, lamentiamo che le tasse a Roma a carico di famiglie, lavoratori e pensionati sono insostenibili. E questo per colpa di una cattiva gestione dei decenni precedenti. Per questo motivo, quindi, leggendo della possibilità concreta di poter gestire diversamente il debito commissariale-monstre che pesa fortemente sui romani, e che rischia di strangolare la città per i prossimi decenni a venire, invitiamo chi di competenza a promuovere il confronto con le parti sociali, a partire proprio dal sindacato confederale per decidere, in maniera concertata, come e dove destinare i risparmi realizzati. Non è di secondaria importanza, infatti, poter decidere di abbassare l’Irpef ai romani e, contestualmente, poter investire maggiori risorse nei servizi sociali, nelle scuole, nelle strade e nella sicurezza” conclude la nota.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.