Ceramica. Femca-Cisl Emilia Centrale: i lavoratori Atlas e Mirage approvano integrativo del gruppo Concorde

Modena, 5 maggio 2016. «I larghi consensi ricevuti dai lavoratori Atlas e Mirage confermano che, se correttamente informati, i lavoratori approvano il contratto integrativo aziendale del gruppo Concorde». Lo dichiara il segretario generale della Femca Cisl Emilia Centrale Rosario Roselli commentando i risultati delle assemblee di questi giorni sull’ipotesi di accordo per l’integrativo del gruppo Concorde, firmata la settimana scorsa da Femca Cisl e Uiltec Uil. «Nello stabilimento Atlas di Finale Emilia l’ipotesi di accordo è stata approvata all’unanimità dai presenti in assemblea, mentre alla Mirage di Pavullo ha detto sì il 95 per cento dei votanti - sottolinea Roselli – Stupisce che la Cgil sti cercando di appropriarsi di un risultato – le indennità di disagio per i turnisti – contenuto nel nostro accordo, cioè proprio quello che la Cgil si ostina a contrastare. Bisognerebbe, poi, far sapere ai lavoratori che, a causa degli scioperi proclamati dalla Cgil in questi giorni, coloro che hanno aderito hanno perso una somma equivalente all’aumento salariale che la Cgil ha chiesto all’ultimo momento della trattativa e che l’azienda non ha concesso. Riteniamo che, unitamente all’integrativo Marazzi, sottoscritto peraltro anche dalla Cgil, l’integrativo Concorde sia un’ottima base di partenza per sviluppare la futura contrattazione aziendale in tutto il comparto ceramico. Per questo siamo certi che, se ai lavoratori verrà data la possibilità di esprimersi, nel rispetto delle regole sulla rappresentanza sindacale, – conclude il segretario generale della Femca Cisl Emilia Centrale – l’ipotesi di accordo verrà approvata dalla stragrande maggioranza dei 1.450 lavoratori del gruppo Concorde».

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.