Jabil Circuit Caserta. Fim Cisl: raggiunto l’accordo sul contratto di solidarietà

Caserta, 12 maggio 2016. “A seguito di una partecipata assemblea con i lavoratori è stato siglato l’accordo sul contratto di solidarietà alla Jabil Circuit Caserta. L’accordo prevede una riduzione dell’orario di lavoro del 25% fino a settembre e del 20% da ottobre in avanti. Per consentire tale organizzazione il personale dei reparti più scarichi sarà spostato, anche a fronte di percorsi formativi, nei reparti con maggiori volumi produttivi. La trattativa è stata lunga, complessa e articolata. La richiesta iniziale da parte dell’azienda di procedere ad un CdS organizzato su un assenza dei lavoratori del 35-40% era in forte contraddizione con l’accordo siglato al Ministero dello Sviluppo Economico nel 2015 sulle saturazioni previste – questo dichiarano congiuntamente il Segretario nazionale della Fim Cisl, Nicola Alberta e Nicodemo Lanzetta, Segretario generale Fim Cisl di Casera - Abbiamo spiegato a Jabil, che se da un lato le commesse provenienti dal cliente Ericsson erano sufficientemente in linea con quanto concordato al MiSE dall’altro lato, venivano a mancare i volumi di attività che avrebbe dovuto assicurare la stessa Jabil. Non è pensabile che l’azienda non faccia la sua parte. L’accordo siglato è invece in linea con quanto previsto nelle intese dello scorso anno e dovrà costringere Jabil a mantenere gli impegni e recuperare le produzioni mancanti per saturare tutti i lavoratori attraverso nuovi clienti, attività e formazione – continuano nella dichiarazione i due segretari Fim Cisl - L’intesa raggiunta è certamente positiva perché dà continuità agli accordi ministeriali nella salvaguardia e tutela dei livelli occupazionali. Altresì dobbiamo puntare ad ottenere altri volumi produttivi finalizzati alla piena saturazione dello stabilimento perché questi lavoratori, che hanno sempre dimostrato disponibilità, flessibilità e professionalità, sono in una situazione di sofferenza oramai da troppi anni. La Fim Cisl – concludono - continuerà a vigilare sul rispetto degli impegni sottoscritti con l’azienda e nel contempo continuerà a sollecitare l’intervento del Ministero dello Sviluppo Economico e della Regione Campania perché la prospettiva industriale si consolidi e rilanci con l’impegno concreto di tutti i soggetti interessati”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.