Commercio. Fisascat Roma e Lazio: il 28 maggio sciopero e manifestazione dei lavoratori della grande distribuzione

Roma, 26 maggio 2016. “Sabato prossimo, 28 maggio, i lavoratori e le lavoratrici dipendenti da aziende che aderiscono a Federdistribuzione, incroceranno le braccia per protestare contro il mancato rinnovo del contratto nazionale del lavoro. Ci saranno manifestazioni e volantinaggi in tutta Italia, mentre a Roma i lavoratori manifesteranno, alle ore 11.30, davanti a Bocca della Verità. Una iniziativa necessaria, che noi sosteniamo fortemente, perché è inaccettabile che, nonostante 28 mesi di trattative e due giornate di sciopero, Federdistribuzione continui ad alzare la posta presentando proposte che rappresentano un’offesa ai sindacati e uno schiaffo ai lavoratori e alle lavoratrici”. Così, in una nota, Carlo Costantini, segretario generale della Fisascat Cisl Roma e Lazio, Paolo Terrinoni, segretario generale della Cisl di Roma Capitale e Rieti e Andrea Cuccello, segretario generale della Cisl del Lazio. “Non si può sottostare al ricatto del ‘prendere o lasciare’. E non si può ricevere una proposta che offre aumenti salariali notevolmente inferiori rispetto a quelli ottenuti dalle aziende che aderiscono a Confcommercio (si parla di circa 1200 euro in meno in tre anni), a fronte di un aumento delle richieste di maggiore flessibilità dell’orario di lavoro, maggiori aperture al demansionamento e alle deroghe al contratto nazionale in caso di crisi, senza alcun confronto con le organizzazioni sindacali. Tutto questo è inaccettabile. Senza se e senza ma. Noi siamo vicini a tutti i lavoratori coinvolti e non ci fermeremo”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.