Scuola. Cisl Scuola Emilia Centrale: allarme sindacati per riduzione degli organici docenti e ata

Modena, 17 giugno 2016. I sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals esprimono forte preoccupazione per la riduzione degli organici relativi al personale docente e amministrativo, tecnico e ausiliario delle scuole modenesi. Facciamo l’esempio del personale docente: sommando i numeri previsti per l'anno scolastico 2015-2016, risultava impegnato un totale di 9.016 persone, mentre a oggi, sommando i numeri previsti per il 2016-2017, si scende a 8.612. «Nonostante l'incremento del cosiddetto “organico di diritto”, se non si porrà rimedio con “l'organico di fatto” a Modena mancheranno 404 docenti - osservano i sindacati - In particolare non sarà possibile attivare tutte le classi di tempo pieno richieste dalle famiglie. L'indicazione di massima è coprire le richieste con quello che nella legge 107/15 (“La Buona Scuola”) viene definito “organico di potenziamento”, che dovrebbe però essere destinato in realtà a potenziare l'offerta formativa e non a coprire posti che dovrebbero essere assegnati a monte. Per la scuola superiore si aggiunge il problema degli spezzoni, quote orarie ridotte rispetto all'orario di cattedra intero e sono riconducibili a posti». Non si profila migliore la situazione del personale ata, anche se l'organico è ancora in via di definizione. Se verranno confermate le tabelle dello scorso anno, nella sola città di Modena ci saranno 19 perdenti posto a seguito del dimensionamento scolastico voluto dal Comune di Modena con la creazione di istituti comprensivi. «Avevamo già denunciato il rischio che l’operazione causasse problemi organizzativi e mettesse in pericolo la qualità del servizio – ricordano i sindacati - L'amministrazione comunale ha ugualmente insistito nel ridisegno della rete scolastica, smembrando e riaccorpando gli istituti. Per questo ora chiediamo al sindaco e all'assessore competente di intervenire presso il governo, come avevano assicurato, per garantire la tenuta dell'organico del personale ata», concludono Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.