Maranello. Ferrari: Sindacati soddisfatti per rinnovo


Maranello, 24 giugno 2016. È stato rinnovato il contratto integrativo aziendale della Ferrari di Maranello.
Ne danno notizia i sindacati Fim Cisl, Uilm Uil, Fismic e le rsa del consiglio dei delegati, esprimendo soddisfazione per un’intesa quadriennale che «garantisce ai lavoratori riconoscimenti economici e diritti, condivide obiettivi occupazionali e di crescita aziendale».
Il premio aziendale avrà natura variabile con due anticipi di mille euro ciascuno nei mesi di giugno e ottobre e un saldo ad aprile. Durante la vigenza contrattuale il premio potrà superare i 6 mila euro al raggiungimento degli obiettivi. I parametri di riferimento restano la qualità, i volumi prodotti (che nel corso dei quattro anni raggiungeranno le 9 mila unità) e l’Adjusted Ebitda (riscontrabile dal bilancio aziendale aggiornato trimestralmente, come prevede la normativa per le aziende quotate in borsa).
«L'incremento dei volumi, sia nelle vetture che nel reparto motori, dovrà portare all’assunzione a tempo indeterminato di almeno 80 somministrati e a ulteriori assunzioni – affermano Fim Cisl, Uilm Uil e Fismic - Il premio sarà riconosciuto a tutti i somministrati sulla base della durata della loro missione in azienda. È stata rimodulata la tabella che riguarda la misurazione delle assenze riportando nel computo delle presenze lutti, licenze matrimoniali e donazione midollo, assieme alle altre causali già presenti (infortuni, maternità, legge 104, donazione sangue, ferie, permessi ecc.).
Sulla base dello sviluppo del piano industriale stimiamo che, grazie al traguardo minimo di presenza, il premio di competitività supererà di anno in anno quanto percepito nella scorsa contrattazione. Ricordiamo – sottolineano Fim, Uilm e Fismic - che negli ultimi quattro anni nelle tasche dei lavoratori sono entrati più di 17 mila euro.~Va sottolineato l'impegno dei delegati nel raggiungere questa intesa dopo oltre tre mesi di trattativa, attraverso un serrato confronto e senza dover ricorrere a iniziative di sciopero.
Nella giornata di oggisi terranno le assemblee in Ferrari per spiegare nei dettagli ai lavoratori i contenuti dell'accordo dalla viva voce dei protagonisti e non da chi, pur non conoscendo i contenuti della trattativa, - concludono Fim Cisl, Uilm Uil e Fismic - organizza una programmata disinformazione».

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.