Sardegna. Meridiana, Fit Cisl: "La medaglia della Giunta sulla soluzione della vertenza"

Cagliari, 30 giugno 2016 - Per la Fit-Cisl Sardegna "sconcertante leggere la nota stampa della Presidenza della Giunta regionale sui meriti che si attribuiscono per la soluzione della vertenza Meridiana. A parte il cattivo gusto di festeggiare la conclusione di una vertenza che lascia fuori dal perimetro aziendale 400 dipendenti, 400 famiglie senza futuro, - si legge in una nota - sarebbe stato molto meglio rammaricarsi per la perdita dei posti di lavoro invece di attribuirsi meriti inesistenti". "La responsabilità, nel bene e nel male, della chiusura della vertenza è per intero nel lavoro di sindacati e governo. Questa Giunta si è completamente disinteressata delle sorti di una grande azienda della Sardegna con centinaia di posti di lavoro e, se possibile, ha addirittura aggravato la situazione con la cancellazione della CT2. La memoria corta del Presidente Pigliaru non lo aiuta a ricordare le dichiarazioni del suo Assessore ai trasporti nel consiglio comunale di Olbia convocato appositamente dall'allora sindaco Giovannelli il 12 maggio del 2014 alla presenza di tutte le OO.SS. L’assessore dichiarava testualmente: Meridiana è un'azienda privata e la Giunta regionale non si può occupare delle vicende di un'azienda privata. Qualche giorno dopo il Papa, a differenza del nostro assessore, faceva invece sentire la sua voce per chiedere a chi aveva la responsabilità di intervenire per dare risposte al dramma delle famiglie a rischio della perdita del lavoro. L'unica iniziativa assunta dall'assessore è stata, appunto, a danno di Meridiana con l'eliminazione della CT2. Quali meriti si vuol far credere abbia avuto questa Giunta? Tacere sarebbe stata di gran lunga la scelta migliore" conclude la Fit Cisl sarda.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.