LFoundry di Avezzano. Fim Cisl: si aprono nuove prospettive per il rilancio dell’azienda di semiconduttori marsicana

Roma, 1 luglio 2016. Si è svolto questa mattina al Ministero dello Sviluppo Economico l’incontro tra i vertici di LFoundry di Avezzano, l’azienda di semiconduttori, rappresentata dal dott. Galbiati Sergio e le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali Rsu alla presenza del dott. Castano e del vice presidente della Regione Abruzzo Giovanni Lolli. Durante l’incontro il presidente di LFoundry, ha confermato la proposta di un cambio dell’azionariato di LFoundry per il 70 % le quote verranno acquisite dalla SMIC ( Semiconductor Manufacturing International Corporation) la multinazionale Cinese che avrà così la maggioranza societaria e il controllo di LFoundry. Sempre secondo quanto riferito da Galbiati, l’operazione comporterà un avvicendamento e un cambio dei vertici manageriali dell’azienda marsicana. I dettagli del piano industriale verranno presentati entro l’autunno, al momento si sta predisponendo un piano che prevede investimenti infrastrutturali e in nuovi macchinari per circa 100 milioni di dollari in 2 anni e mezzo. L’obiettivo è quello di arrivare ad una produzione di circa 12 mila wafer alla settimana, oggi l’attuale impianto industriale è in grado di produrne 8 mila. Per la Fim, l’incontro odierno è stato positivo perché apre prospettive per il futuro del sito abruzzese e rappresenta un’importante leva di sviluppo per tutto il territorio. Ora sarà importante che tutte le istituzioni collaborino positivamente per lo sviluppo e la crescita economica e occupazionale dell’intera area. Come Fim già da subito ci rendiamo disponibili a tutti i livelli per rendere concrete le dichiarazioni fatte oggi al tavolo. Nelle prossime settimane continueranno gli incontri in sede locale per gestire attraverso gli ammortizzatori sociali l’attuale calo produttivo, in attesa del piano industriale che ci auguriamo rilanci il sito marsicano.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.