Marche. Autonomie locali. Cgil Cisl Uil: "Il decreto legge non risolve temi cruciali"

Ancona, 21 luglio 2016. Il decreto legge Enti Locali , all'esame della commissione Bilancio della Camera, non fornisce spiegazioni a problematiche nevralgiche per il sistema delle Autonomie Locali. E' necessario che il Parlamento in fase di conversione intervenga per risolvere annose questioni quali la sostenibilità finanziaria degli enti di area vasta, i tagli al salario accessorio del personale, la mancanza di turn-over che va riavviato in tutti i comuni ed i precari delle province e centri per l'impiego che non hanno prospettive di stabilizzazione ed in questo momento neanche di proroghe. Incertezze che coinvolgono anche il personale delle Camere di Commercio.
Per fare il punto della difficile situazione all'interno del comparto Regioni/Province/ Autonomie Locali delle Marche Cgil Cisl Uil ha indetto  per venerdì 22 luglio 2016 alle ore 11.00, presso la sede della Cisl Marche – via dell’Industria,17 – Ancona - una conferenza stampa unitaria alla presenza delle Rsu dei principali luoghi di lavoro interessati. Il comparto delle autonomie locali è quello che ha pagato il maggior prezzo in termini di taglio dei salari dovuti al blocco della contrattazione, ed ha necessità di rilancio perché mai come in questo momento sono a rischio i servizi resi quotidianamente alla cittadinanza. Ancona 21 luglio 2016

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.