Mantova. Contrattazione: Siglata intesa tra sindacati e Confindustria su detassazione premi risultato

Milano, 26.7.2016. Siglata nei giorni scorsi l'intesa tra Cgil, Cisl, Uil territoriali e Confindustria di Mantova che dà attuazione territoriale all’accordo nazionale sulla detassazione dei premi di risultato e di welfare contrattuale. “L'accordo permette di estendere la contrattazione di secondo livello in termini quantitativi e qualitativi – commenta Giuseppe Demaria, segretario generale Cisl Asse del Po - in quanto consente di offrire ai lavoratori possibilità di miglioramento delle proprie retribuzioni, ma anche di prevedere la copertura di tutta una serie di prestazioni di welfare non erogate o solo in parte riconosciute dal sistema pubblico”. In particolare, l’intesa permette l’applicazione dell’aliquota fiscale unica del 10% ai premi di risultato da 2.000 a 2.500 € (laddove si attivino forme di coinvolgimento dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro), per i lavoratori dipendenti con redditi lordi non superiori a 50.000,00 €. Novità rispetto al passato è la possibilità di convertire il premio di risultato in prestazioni di welfare contrattuale esenti totalmente da prelievo fiscale. “Grazie a questo accordo – sottolinea Dino Perboni, segretario generale aggiunto Cisl Asse del Po - il premio di risultato potrà essere goduto, oltre, che in denaro, anche in forma di prestazioni di welfare”. “In questo caso – aggiunge - il vantaggio è ancora più marcato, in quanto non viene applicate nessuna aliquota fiscale, perchè l’esenzione è totale”. Ad esempio un premio di 2.000,00 € in denaro costa in base agli oneri fiscali e previdenziali circa 2.500,00 € e vale per il lavoratore circa 1650,00 €. Nel caso di utilizzo del premio in forma di prestazioni di welfare costa all’azienda 2000,00 € e lo stesso per il lavoratore (vedi tabella allegata). Le prestazioni di welfare, utilizzabili anche in forma di voucher, potranno andare da: asili nido, scuole materne, assegni di studio, tasporto, mense scolastiche, servizi di baby-sitting, servizi per anziani e non autosufficienti, spese odontoiatriche, e altro.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.