Sindacato. Accordo tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria di Foggia su tutela lavoratori e lavoratrici da molestie e violenze sui luoghi di lavoro

Foggia, 27 luglio 2016. Confindustria Foggia e Cgil, Cisl e Uil della provincia di Foggia rafforzano il loro impegno per lo sviluppo del territorio siglando due importanti protocolli: un accordo riguardanti la tutela dei lavoratori e delle lavoratrici dalle molestie e le violenze sui luoghi di lavoro ed un accordo quadro territoriale sulla detassazione. Confindustria Foggia, rappresentata dal Presidente Gianni Rotice ed i Segretari Confederali della Provincia di Foggia di Cgil - Maurizio Carmeno, Cisl– Emilio Di Conza, e Uil - Gianni Ricci, in linea con le intese siglate in ambito nazionale ed europeo, hanno sottoscritto un accordo sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro, riconoscendo innanzitutto i principi che la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori non può essere violata da atti o comportamenti che configurano molestie o violenza, e che i comportamenti molesti o le violenze subìte nel luogo di lavoro vanno denunciate. Le parti datoriale e sindacali si impegnano inoltre a porre in essere una serie di iniziative tese a divulgare nelle aziende i contenuti nell’accordo ed a favorire tra le aziende l’adozione della dichiarazione di non tollerabilità degli atti di molestie e di violenze sui luoghi di lavoro. Relativamente, inoltre, all’individuazione di procedure e misure per prevenire, riconoscere ed eventualmente reprimere comportamenti di molestia nei luoghi di lavoro, i sottoscrittori dell’accordo s’impegnano ad informare i rispettivi sportelli dedicati alle tematiche dell’Accordo ed a creare sinergia tra parti datoriali aderenti e sportelli sindacali. L’accordo sulla detassazione, invece, intende favorire la contrattazione collettiva aziendale con contenuti economici correlati a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione, quale strumento utile sia per la crescita della competitività e lo sviluppo delle imprese, sia per accrescere il potere d’acquisto dei lavoratori che hanno la così la possibilità di beneficiare della detassazione in virtù della legge di stabilità2016. In particolare, nelle imprese aderenti al Sistema di rappresentanza di Confindustria, aventi sede legale e/o operativa nella provincia di Foggia, nelle quali non è costituita la Rsu (o la Rsa), in caso di stipula di accordi aziendali con le organizzazioni di categoria di Cgil, Cisl, Uil, i lavoratori potranno comunque accedere ai benefici fiscali previsti dalla legislazione vigente.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.