Natuzzi. Sindacati: Totale disaccordo con il comportamento dell'azienda

Puglia, 10 ottobre 2016. Il giorno 7 ottobre 2016 a Santeramo in Colle si sono riunite le Rsu degli stabilimenti Natuzzi di Feneal-Uil Filca-Cisl e Fillea-Cgil e le segreterie territoriali e regionali di Puglia e Basilicata per affrontare la situazione relativa alla vertenza del gruppo Natuzzi. Dopo lunga e approfondita discussione si decide di stigmatizzare il comportamento del Gruppo Natuzzi in quanto non rispettoso dei patti e degli accordi siglati in sede del Mise e delle regioni utili a non mandare a casa nessun lavoratore anche in considerazione della proposta delle Regioni Puglia e Basilicata di utilizzare la cassa integrazione in deroga fino al 31 dicembre 2016. Si ritiene di affrontare la vertenza Natuzzi con fermezza e decisione in quanto la stessa investe in maniera uguale tutti i lavoratori e quindi si ritiene utile non creare discriminazione tra tutti dipendenti, sia quelli in contratto di solidarietà che quelli in Cigs. In considerazione di quanto discusso le Organizzazioni sindacali, congiuntamente alle Rsu, hanno deciso il rinvio dello sciopero del 10 ottobre 2016 dato il rinvio della cabina di regia. Per l’11 ottobre 2016, giorno previsto per la riunione che si terrà presso la Direzione provinciale del Lavoro di Taranto tra la Natuzzi e i sindacati, viene concordata una giornata di mobilitazione a sostegno della vertenza. Altre mobilitazioni o manifestazioni saranno concordate attraverso le assemblee che si terranno negli stabilimenti e le riunioni con i lavoratori in Cassa Integrazione. Chiediamo inoltre ai politici, ai sindaci, alle istituzioni regionali e al governo di impegnarsi per il superamento positivo della vertenza della Natuzzi che interessa 2.200 famiglie del distretto della murgia, area considerata in forte crisi.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.