Sicilia. Cisl regionale: Partecipate, arriva la rivoluzione del testo unico nazionale

È il decreto Madia, che anche in Sicilia cambia le carte in tavola. Con un’unica eccezione. La “ricognizione” delle quote da dismettere, da fare entro dicembre. Le procedure fallimentari. E le nuove norme in tema di Cda. Cisl: “Per il personale, estrema cautela” Sono un centinaio tra Regione, Comuni, Liberi consorzi, città metropolitane, per parecchie migliaia di lavoratori. Sono le Partecipate che operano in Sicilia, dal mondo dei rifiuti a quelli dei trasporti e dell’energia, per richiamarne alcune, per le quali, entro il 31 dicembre, dovrà essere svolta una “ricognizione” con l’obiettivo dell’individuazione delle società e delle quote da dismettere. (segue articolo completo)

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.