Lazio. Fit-Cisl: l’Atac non può continuare a fungere da arena politica

Roma, 27 ottobre 2016. “L'Atac non può continuare a fungere da arena politica. Roma e i Romani meritano un'azienda di trasporto pubblico efficiente ed efficace e le lavoratrici e i lavoratori continuano ad attendere - da mesi - una guida aziendale all'altezza di risolvere le criticità in atto.” Così dichiarano la Fit-Cisl nazionale e regionale Lazio, a margine dell'audizione alla VIII Commissione del Senato. Inoltre ritengono di difficile realizzazione l'ipotesi di commissariamento di Atac, anche perché l'esperienza di gestione simil-commissariale del recente passato ha prodotto risultati discutibili. “È opportuno definire al più presto con la proprietà un patto di sano ri-efficientamento dell'impresa, che punti a eliminare gli sprechi delle passate gestioni, attivare un crash-program manutentivo per gestire l'emergenza e stanziare necessari investimenti per l'adeguamento delle infrastrutture e il rinnovo del parco automobilistico e ferroviario – proseguono Fit nazionale e Fit Lazio - Tutto ciò al fine di mettere a disposizione della cittadinanza un servizio efficiente ed efficace e per garantire i livelli occupazionali e retributivi esistenti.” La Federazione dei Trasporti della Cisl nazionale e regionale Lazio hanno annunciato in audizione che nei prossimi giorni invieranno un documento con ipotesi di lavoro finalizzata a traghettare l'azienda in acque sicure e a offrire alla cittadinanza un servizio di livello adeguato.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.