Puglia. Soddisfazione della Cisl di Brindisi per la ripresa del confronto con i rappresentanti dello Zuccherificio Sbr

Brindisi, 17 novembre 2016. Il recente confronto con i rappresentanti dello zuccherificio Srb Spa, ex Sfir Spa, che abbiamo tenuto presso Confindustria Brindisi, si è focalizzato sugli stessi punti vertenziali che, organizzati dal sindacato, lo scorso 7 novembre videro scioperare la stragrande maggioranza dei dipendenti: riposo compensativo per i turnisti, livelli di inquadramento del personale, premio di produzione. Valutiamo positivamente, come Fai Cisl Taranto Brindisi, l’avvenuta ripresa del confronto in sede aziendale e ci dichiariamo fiduciosi circa il rispetto degli impegni assunti e sottoscritti dalla Direzione, soprattutto considerando che nei mesi scorsi essa si era mostrata non dialogante e sostanzialmente inadempiente rispetto ad una serie di rilievi e di sollecitazioni in materia di relazioni industriali cui mai aveva inteso dare riscontro. Gli impegni oggi assunti per il riposo compensativo riguardante i turnisti saranno attuati a partire dal prossimo dicembre, per quanto attiene agli inquadramenti sarà aperto un tavolo di confronto in sede aziendale per concordare con il sindacato le soluzioni più opportune; infine sul premio per obiettivi l’Azienda garantisce il riconoscimento economico di 296 euro/anno. La contrattazione, sia nazionale che di secondo livello aziendale, è valore costitutivo ed intrinseco all’azione sindacale della Fai Cisl, perciò riteniamo che solo investendo in relazioni industriali corrette la Srb Spa potrà davvero rilanciarsi e riposizionarsi sul mercato nazionale ed internazionale, stante l’interesse reciproco a confermare la raffineria tra i siti di eccellenza produttiva del territorio brindisino

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.