Veneto. Pellecchia (Fit Cisl Veneto): Sollecitiamo Ministro a nominare il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare adriatico settentrionale

Venezia, 30 novembre 2016. “Abbiamo scritto una lettera al Ministro Delrio per sollecitarlo a nominare il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare adriatico settentrionale”, così dichiara Salvatore Pellecchia, Commissario della Fit-Cisl Veneto. “La nomina è stata preannunciata dallo stesso Ministro dei Trasporti – spiega Salvatore Pellecchia – ma non è ancora stata effettuata. Tutto il sistema dei trasporti del Veneto la attende, perché i porti che ricadono sotto questa AdSP, quello di Venezia e quello di Chioggia, ne sono il cuore pulsante. L'economia portuale veneziana, oltre che risentire degli effetti negativi della recente crisi economico-finanziaria, soffre anche del gap infrastrutturale esistente fra il nostro Paese e quelli dell'Europa continentale e delle modalità di funzionamento dell'intero sistema. Prosegue il Commissario regionale: “Con il varo del decreto legislativo 4 agosto 2016, n. 169, recante la ‘Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le Autorità portuali’ si è fatto un significativo passo in avanti per allineare il sistema portuale italiano a quello dei Paesi più avanzati, ma il percorso va completato con la nomina attesa”. Aggiunge Mario Melchiori, Rsa del porto di Venezia: “Atteso che l'assenza della governance strategica viene percepita dalle lavoratrici e dai lavoratori del porto di Venezia e in particolare dai dipendenti dell'Autorità Portuale con grande preoccupazione, perché determina incertezza rispetto alle prospettive future e perché non si creano le condizioni per consolidare e incrementare i positivi risultati, che nonostante la crisi nazionale ed internazionale, si sono conseguiti nel corso dell'anno che si sta chiudendo, è necessario che venga nominato, al più presto possibile, il nuovo Presidente e che, conseguentemente, si proceda al rinnovo di tutti gli organi della AdSP di Venezia-Chioggia. A più riprese questo territorio e la comunità portuale hanno sostenuto la condivisibile necessità di avere un Presidente che, in possesso di tutti i requisiti propedeutici a governare una realtà complessa come quelle della portualità veneziana, sia nelle condizioni di potersi interfacciare efficacemente con tutti i livelli istituzionali di riferimento”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.