Calabria. Subito un patto per l'economia e il lavoro

1° dicembre 2016. Si è riunito ieri a Lamezia Terme il Comitato Esecutivo della CISL Calabria. Il Segretario Generale Paolo Tramonti nella relazione introduttiva ha illustrato i principali temi del momento. Sui temi nazionali la CISL calabrese, condividendo l’impostazione della Confederazione nazionale, ritiene fondamentale mettere in campo una forte azione per rilanciare sui temi della crescita e della produttività da realizzare con una programmazione strategica di breve-medio periodo. Così come non è più rinviabile mettere in campo provvedimenti strutturali sull’inclusione sociale al fine di tutelare le sempre più crescenti fasce di popolazione che oggi vivono in condizioni di vera e propria emarginazione e povertà. La CISL continua a rivendicare interventi a favore delle aree meridionali in questi anni falcidiate dalla crisi, considerando che la leggera ripresa registrata nell’ultimo periodo ha ridotto solo parzialmente il depauperamento di risorse e potenziale produttivo. Sul fronte calabrese la CISL, nell’apprezzare l’avvio dei tavoli di confronto con il Governo regionale, sollecita un ulteriore accelerazione sulle politiche per lo sviluppo partendo dalle opportunità presenti, POR 2014-2020 e Patto per la Calabria, fondamentali per rilancio economico e sociale dei nostri territori. Il confronto con il Governo regionale dovrà continuare, così come concordato, sugli altri temi di interesse prioritario: assetto idrogeologico, forestazione, rischio sismico, protezione civile. Ciclo integrato delle acque, depurazione e rifiuti. Trasporti, logistica, Gioia Tauro, infrastrutture; turismo, agroalimentare, beni culturali. Lavoro, politiche sociali e sanità, welfare. Riforme e riordino degli Enti. L’impegno che il sindacato unitariamente sta portando avanti, anche attraverso il coinvolgimento del partenariato economico-sociale, dovrà portare alla definizione di un nuovo Patto per l’economia, lo sviluppo, il lavoro e la legalità in Calabria, con impegni e scadenze precise in modo da avviare una ripresa solida e creare nuove e concrete opportunità di lavoro.

 

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.