Puglia. Poste Italiane, Slp Cisl interrompe le relazioni sindacali con la dirigenza pugliese

26 Maggio 2015 - La Slp Cisl Puglia-Basilicata interrompe le relazioni sindacali con la dirigenza pugliese. In una lettera inviata al responsabile Area Territoriale di Poste Italiane, il Segretario generale di Slp Cisl di Puglia Basilicata, Nicola Oresta, lamenta il disinteresse del dirigente verso le naturali relazioni sindacali tra l'azienda e i lavoratori.

"Egregio Ingegner Doriano Bolletta, le abbiamo dato il tempo di studiare, di riflettere, di acclimatarsi in una realtà complessa, quale è la terra di Puglia, le abbiamo dato la possibilità di lavorare in un clima ideale per le dinamiche di stabilizzazione e crescita dei processi aziendali, ma per la Cisl il tempo è scaduto". "Nel contempo - aggiunge Oresta - la Federazione Lavoratori Poste della Cisl non ha mai abdicato al proprio ruolo, mai sottratta da impegni e responsabilità, consapevole della delicatezza del momento. Dal giorno del suo insediamento - rincara il sindacalista - le occasioni di incontro si possono contare sulle dita di una sola mano, idem le interlocuzioni telefoniche. In data 26 gennaio scorso, le abbiamo evidenziato, con apposita nota, la difficile situazione in cui versava l'Area Territoriale tutta, senza ricevere alcun tipo di riscontro. In data 16 marzo, inoltrata ulteriore missiva, per il cui mezzo denunciavamo la grave inosservanza dell'accordo stipulato tra le parti in materia di fruizione ferie. Ancora oggi continuano ad arrivare negli uffici, da parte di Gestione Operativa, disposizioni assolutamente difformi da norme pattizie liberamente assunte". Secondo Oresta "anche in tale circostanza nessun riscontro. Successivamente, in data 4 maggio, sempre con missiva, ed in assenza di rapporti istituzionali di altra natura, le abbiamo posto interrogativi sulla delicata materia commerciale, sul ruolo poco chiaro della Struttura Amministrazione e Controllo, una nota complessa, ben articolata, formulata sulla scorta di sollecitazioni raccolte da DUP, specialisti, da uomini e donne impegnati con responsabilità diverse nei ruoli commerciali, ma anche questa volta nessuna risposta". Inoltre - sottolinea la Federazione dei Postali della Cisl - non abbiamo disturbato la vostra ultima convention, nonostante le enormi pressioni che giungevano da più parti, volte a pretendere dalla scrivente Struttura atteggiamenti meno responsabili e poco improntati a buon senso. Ma anche questa volta abbiamo evitato strumentalizzazioni di sorta. A questo punto, riteniamo che la nostra responsabilità e serietà non possano essere messi in discussione, nessuno potrà parlare di atteggiamento fazioso o strumentale da parte di SLP Cisl, considerato altresì che in tutto questo frangente temporale altri interlocutori sindacali, con meno credenziali, hanno messo le tende nelle sue stanze. Probabilmente serietà e responsabilità sono state travisate". Pertanto - conclude il Segretario dei Postali di Puglia Basilicata - le diciamo che ogni tempo è scaduto. Intensificheremo la nostra presenza sui territori, liberi da condizionamenti, riprenderemo le nostre Assemblee sui posti di lavoro, riattiveremo i tavoli regionali, con le conseguenti azioni previste da Contratto. Non permetteremo ad alcuno di continuare ad offendere la nostra intelligenza".

Ufficio stampa Puglia-Basilicata

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.