Calabria. Elezioni rinnovo RSU azienda Sorical: riamessa la lista della Femca Cisl

Catanzaro - Riammessa la lista della FEMCA Cisl Calabria alle elezioni per il rinnovo della RSU nell'azienda SORICAL. E' questa la determinazione assunta dal Comitato dei Garanti costituito presso la DTL dei Catanzaro, convocato per discutere il ricorso presentato dalla stessa sigla sindacale in seguito all'esclusione della propria lista da parte della commissione elettorale. Decisione scontata considerando gli assurdi infondati e paradossali cavilli assunti a pretesto dalla commissione elettorale per la discutibile determinazione. La lista della FEMCA Cisl era infatti stata esclusa perché a giudizio della maggioranza dei due terzi dei componenti la commissione, in rappresentanza delle Federazioni FILCTEM Cgil e UILTEC Uil, presentava un numero di candidati superiore a quello che a loro dire è stabilito dai regolamenti confederali vigenti, nella fattispecie quello del 20 dicembre 1993. Il ricorso presentato, che ha poi determinato la riammissione della lista, basava le tesi difensive sul fatto che la sua composizione era stata definita nel rispetto di quanto contenuto nel CCNL di settore applicato e nell'accordo interconfederale “ Testo Unico sulla Rappresentanza” del 14 Gennaio 2014, che di fatto sostituisce tutti gli accordi precedenti. Al di là della ovvia soddisfazione espressa dal Segretario Generale Pompeo GRECO per il risultato conseguito, rimane il rammarico per un comportamento incomprensibile di parte della commissione elettorale e degli stessi rappresentanti delle federazioni FILCTEM Cgil e UILTEC Uil che invece di far applicare le regole e le disposizioni definite anche dalle loro stesse Segreterie Nazionali, hanno tentato, con un intollerabile colpo di mano di incredibile grave irresponsabilità, violando le più elementari regole della democrazia, di escludere la lista elettorale della FEMCA Cisl Calabria, sindacato maggiormente rappresentativo in termini di iscritti nell'azienda SORICAL. Adesso ci auguriamo che tutti i lavoratori prendano atto di quanto successo e possano rispondere adeguatamente e con fermezza attraverso una scelta e un consenso motivato e responsabile.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.