• Grandi temi
  • Politiche di genere e giovani

Accordo sulla violenza e le molestie sui luoghi di lavoro: Confindustria e CGIL, CISL e UIL siglano un'intesa

25 gennaio 2016. Confindustria e CGIL, CISL e UIL hanno ufficialmente siglato un' intesa che recepisce l’Accordo Quadro del dialogo sociale europeo  definito da Businesseurope, CEEP, UEAPME e ETUC il 26 aprile del 2007. L’importanza dell’intesa siglata è da riferirsi a due aspetti determinanti : - la conclusione dell’iter di recepimento e la conseguente applicazione di quanto disposto nel testo dell’Accordo; - gli impegni operativi presi e gli strumenti messi a disposizione, finalizzati a rendere quanto congiuntamente enunciato concreto e fattivo.

Definite puntualmente le forme di molestia e di violenza nei luoghi di lavoro, con l’Accordo si giunge a fornire ai datori di lavoro, ai lavoratori/trici e ai loro rappresentanti, un quadro di azione per individuare, prevenire e gestire i problemi derivanti da tali atti e/o comportamenti. Puntando ad aumentare la consapevolezza della gravità e diffusione del problema, le parti sottoscrittrici dell’Intesa si sono impegnate, non solo a diffondere il testo in modo capillare (All.I), ma a incaricare le reciproche strutture sul territorio ad elaborare una procedura idonea alla gestione del problema, individuando localmente delle strutture competenti che assicurino una adeguata assistenza a coloro che dovessero divenire vittime di molestie o violenza nei luoghi di lavoro.

Inoltre, favorendo le singole realtà lavorative, le parti sociali nazionali hanno steso un modello di dichiarazione (inserito nell’Intesa) che le stesse imprese potranno direttamente adottare per affermare la non tollerabilità di comportamenti riferiti a molestie o violenza.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.