• Grandi temi
  • Sociale e sanità

Collocamento mirato e cessione di riposi e ferie a colleghi con figli minori in particolari condizioni di salute. Schede di analisi

Il Jobs Act era già intervenuto, accogliendo alcune richieste specifiche della Cisl e dell'associazionismo delle persone con disabilità, per estendere nel D. lgs. 81/2015 il diritto al part-time a tutti i lavoratori affetti da gravi patologie cronico-degenerative ingravescenti e assegnare priorità nella trasformazione a part-time per i lavoratori parenti di persone affette dalle medesime patologie.

Nello specifico, il D.lgs. 151 del 24 settembre 2015, uno degli ultimi quattro decreti attuativi del Jobs Act, al Capo I, interviene in tema di collocamento mirato delle persone con disabilità, modificando in più punti la disciplina della vecchia legge n.68/99. Mentre l'articolo 24 disciplina la possibilità per i lavoratori dipendenti di cedere a titolo gratuito i riposi e le ferie da loro maturati ai lavoratori dipendenti dallo stesso datore di lavoro, al fine di consentire a questi ultimi di assistere i figli minori che per le particolari condizioni di salute necessitano di cure costanti, nella misura, alle condizioni e secondo le modalità stabilite dai contratti collettivi stipulati dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale applicabili al rapporto di lavoro.

In allegato le due Schede di analisi e commento su tali disposizioni.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.