"Donne e previdenza” il documento presentato dalla Cisl nel corso dell’audizione della Commissione XI lavoro pubblico e privato della Camera

In un'audizione presso la Commissione XI lavoro pubblico e privato della Camera la Cisl ha presentato il documento "Donne e previdenza" nel quale emerge come le donne siano state "profondamente penalizzate" dalle riforme pensionistiche degli ultimi anni. 

La "valutazione critica" della Cisl riguarda "non solo l'aumento di oltre 6 anni entro il 2018 imposto dalla riforma previdenziale del dicembre 2011 alle lavoratrici del settore privato per l'accesso alla pensione di vecchiaia, ma anche all'ancora più repentino innalzamento dei requisiti delle lavoratrici del pubblico impiego avvenuto tra il 2011 e il 2012 per effetto della legge 122/2010". Inoltre, l'eliminazione delle pensioni di anzianità e l'introduzione della pensione anticipata con un requisito contributivo più elevato per chi si trova nel metodo di calcolo misto "ha reso ancora più difficile l'accesso alla pensione per le donne".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.