Consiglio Generale del 16 dicembre 2015

La Segretaria generale della Cisl, nella sua relazione al Consiglio generale, oltre a fare una sintesi dello stato dell'arte dello scenario internazionale ed europeo, analizza nello specifico la situazione Italiana.

Esprime preoccupazione sulla crescita del Pil,  "il Governo - ha detto -  dovrebbe assumere come priorità un piano strategico di politica industriale che manca completamente al paese e che non contrasta preoccupanti  disimpegni industriali in settori strategici, vedi il caso Eni per tutti. La crescita dipende dagli investimenti pubblici, l'unica leva in grado di rimettere in moto l'investimento privato aggiuntivo" e sottolinea anche come la Cisl sia critica sull'indisponibilità del Governo a riformare la Legge Fornero sulla previdenza. "Su questo punto - ha detto - non intendiamo abbassare la guardia e per questo domani abbiamo organizzato tre importanti Assemblee
dei delegati con Cgil e Uil a Torino, Firenze e Bari. Vogliamo aprire un tavolo serio di confronto con il Governo. E' sotto gli occhi di tutti come la riforma Fornero sia stata dannosa per i lavoratori e anche per le imprese"

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.