Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. La Cisl non abbassa la guardia.

Roma, 25 novembre 2015. In occasione della Giornata internazionale della violenza contro le donne “la Cisl ribadisce il suo impegno contro questa piaga sociale”, così come ha affermato la Segretaria generale, Annamaria Furlan, dal suo profilo twitter. Una giornata ricca di iniziative nazionali e territoriali per ribadire che la società civile e il sindacato anche su questo tema “non mollano”. Dal canto suo, la Segretaria organizzativa, Giovanna Ventura, partecipando al convegno dal titolo “La ripresa è donna”, promosso dalla Camera dei Deputati, ha sottolineato il ruolo positivo delle donne nella società e nell’economia: “L'occupazione femminile conviene alle imprese perché aumenta il Pil e la qualità di vita nel nostro paese”. Per la Cisl è necessaria una maggiore attenzione verso “questo fattore strategico” che, al momento, incontra ancora molti ostacoli per la sua valorizzazione. “La mancanza di un ministero per le Pari opportunità – ha spiegato Ventura - è un fattore che ha frenato l'incontro tra le donne che si occupano di questi temi; il finanziamento della contrattazione di secondo livello perché aiuta a conciliare la vita e il lavoro e il rilancio della progettualità e delle risorse per la Legge sulle azioni positive". Sull’importanza del ruolo delle donne e della lotta contro ogni forma di violenza, infine, è intervenuta anche Liliana Ocmin, Responsabile Dipartimento Donne, Giovani, Immigrati Cisl e Coordinatrice Nazionale Donne della Cisl: “Abbiamo di fronte una grande sfida – ha detto - in cui non bisogna abbassare la guardia e non si devono dimenticare gli aspetti più squisitamente culturali ed educativi, con particolare riferimento ai giovani”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.