Trasporti. Furlan (Cisl), positiva la firma del contratto tpl, segnale positivo per tutto il paese. Luciano (Fit-Cisl): è un successo sindacale di straordinaria importanza

Roma 28 novembre. "E' una buona notizia ed un segnale positivo per il paese la firma del contratto collettivo del trasporto pubblico locale". Cosi la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan commenta il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro del trasporto pubblico locale. "Siamo davvero contenti che dopo sette anni le parti abbiano trovato finalmente una soluzione a questa vertenza così importante per i lavoratori e per i cittadini. E' un contratto davvero innovativo che oltre a contenere i legittimi ed importanti aumenti salariali per i lavoratori di questo settore così vitale per le comunità locali, prevede tante utili integrazioni sul versante del welfare contrattuale, della previdenza contrattuale, della assistenza sanitaria integrativa. E' la strada da imboccare anche in altri settori pubblici e privati attraverso la contrattazione. Per questo siamo convinti che i lavoratori premieranno lo sforzo che i sindacati di categoria, ed in particolare la Fit-Cisl hanno fatto per portare a casa questo risultato sicuramente significativo in un settore dove da anni non si fanno investimenti pubblici, nel disinteresse delle istituzioni e delle forze politiche". Anche il Segretario generale della Fit-Cisl, Giovanni Luciano, giudica la firma di questo contratto del trasporto pubblico locale come un successo sindacale di straordinaria importanza, "le cifre economiche di 100 euro di aumento medio delle retribuzioni, unitamente alla tranche finale di 600 euro dell'una tantum, che si aggiunge ai 700 euro già erogati nel 2013 (e ai 60 euro di aumento del 2008) e, soprattutto, la conquista di 100 euro messi a sostegno di previdenza integrativa e assistenza sanitaria, fanno sì che questa firma sia da salutare con soddisfazione".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.