Contratti. Cgil Cisl Uil "A breve una proposta condivisa su riforma modello contrattuale"

Roma, 2 dicembre 2015. "Si è svolto presso la sede della Cgil il secondo incontro delle segreterie Cgil-Cisl-Uil, che hanno confermato l'obiettivo di proporre all'intero sistema della rappresentanza delle imprese la definizione di un nuovo e innovativo sistema di relazioni industriali, fondato su contrattazione, partecipazione e regole. È stata ribadita la volontà delle segreterie di pervenire nel breve termine ad una proposta condivisa". Ne danno notizia Cgil Csil Uil nazionali in un comunicato congiunto. "L'incontro -proseguono- ha consentito di consolidare l'impostazione sulla quale è partito il confronto e di registrare ulteriori punti di convergenza su aspetti significativi dello stesso, a partire dal ruolo e dalla funzione della contrattazione, nazionale e di secondo livello. Il CCNL deve mantenere la sua funzione di primaria fonte normativa e di regolazione dei rapporti di lavoro, nonché di autorità salariale per la difesa e l'incremento del potere d'acquisto. Contemporaneamente, l'obiettivo di Cgil, Cisl, Uil è quello di rafforzare ed estendere quantitativamente e qualitativamente la contrattazione di secondo livello, aziendale e territoriale, sia come strumento di tutela delle condizioni di lavoro, che di incremento e redistribuzione della produttività attraverso un investimento sui fattori di qualità dell'impresa e di sistema". "Cgil, Cisl e Uil ritengono indispensabile sviluppare una nuova capacità di contrattazione dell'organizzazione del lavoro, sia in funzione di un più efficace governo dei punti di crisi, sia per realizzare i necessari investimenti per la crescita dell'occupazione, l'innovazione e la formazione del fattore lavoro. Per dare ulteriore concretezza al confronto avviato, -concludono- le segreterie torneranno a riunirsi il 9 dicembre, presso la sede della Cisl nazionale".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.