Portuali. Soddisfazione della Fit Cisl per il rinnovo ccnl

Roma, 15 dicembre 2015. “La Fit-Cisl è soddisfatta del rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro della portualità”, con queste parole Pasquale Paniccia, Segretario nazionale della Fit-Cisl, commenta la firma avvenuta la notte scorsa. “I punti di forza di questo rinnovo sono numerosi – spiega Paniccia – Innanzi tutto perché è avvenuto in anticipo rispetto alla sua naturale scadenza e quindi senza tensioni per i lavoratori e perché è rimasta l’unicità contrattuale, che resta la prima clausola sociale a contrasto di tentativi di dumping contrattuale. Inoltre il ccnl recepisce l’applicazione del Testo unico sulla Rappresentanza e Rappresentatività, siglato da Cgil, Cisl e Uil e Confindustria il 10 gennaio 2014”. Aggiunge Ugo Milone, Coordinatore nazionale della Fit-Cisl per la Portualità: “Il ccnl prevede un aumento di 80 euro nel triennio. Inoltre da gennaio 2016 l'importo di 20 euro oggi erogati sotto forma di Edr verranno inglobati nel minimo tabellare. Abbiamo anche ottenuto un aumento di 21 euro all’anno sull’assistenza sanitaria integrativa e la valorizzazione della contrattazione decentrata per il miglioramento del welfare aziendale. È stato inserito nel ccnl un miglioramento del Jobs Act, delegando alla contrattazione di secondo livello una serie di temi dirimenti come il contratto a termine, il lavoro a tempo parziale, l’apprendistato professionalizzante e il demansionamento”. Conclude il Segretario nazionale Pasquale Paniccia: “Questo rinnovo è tanto più importante in quanto giunge in un momento difficile per l’economia nazionale e a ridosso della riforma della portualità. Le parti infatti si sono dimostrate responsabili stabilendo regole certe per il settore”.

Ufficio stampa Fit Cisl

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.