Riforma appalti. Turri (Filca Cisl): "Garantisce qualita' e legalita' nell' edilizia"

Roma, 14 gennaio 2016.“Oggi è stata finalmente scritta una pagina di buona politica, perché la nuova normativa sugli appalti affronta con determinazione e certezze l’annoso problema della legalità, che soprattutto in edilizia ha raggiunto livelli insostenibili, a tutto svantaggio non solo dei lavoratori del settore ma dell’intera collettività”. Lo ha dichiarato il segretario nazionale della Filca-Cisl, Franco Turri, commentando il via libera del Senato al testo che affida al Governo il compito di riformare gli appalti. “La Filca e la Cisl da tempo chiedevano una riforma complessiva del settore, da attuarsi attraverso una semplificazione delle procedure a tutto vantaggio della trasparenza, della qualità e della legalità negli appalti. L'estensione ed il rafforzamento dei poteri affidati all'Anac guidata da Raffaele Cantone sono sicuramente una garanzia di successo della riforma. Molto importanti – ha aggiunto Turri – sono anche il processo di qualificazione e riduzione delle stazioni appaltanti, lo stop alle aggiudicazioni con il massimo ribasso in favore del criterio dell’offerta più vantaggiosa ed il superamento della legge obiettivo. Tutti provvedimenti da tempo caldeggiati dalla Filca. Adesso – ha concluso il sindacalista della Filca – è ora che il governo investa seriamente sull’edilizia, settore anticiclico e molto importante per l’economia nazionale, anche perché in grado di ‘muovere’ circa 40 settori dell’indotto”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.