Raffineria Gela. Bentivogli (Fim Cisl): a fianco dei lavoratori dell’indotto metalmeccanico. Non molleremo fino a soluzione positiva della vertenza!

Roma, 22 gennaio 2016. Questa mattina il Segretario Generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli, in assemblea con i lavoratori metalmeccanici, al quarto giorno di blocchi stradali lungo la statale Gela-Catania Il leader delle tute blu della Cisl ha dichiarato: “ siamo a fianco dei lavoratori che a causa della chiusura della raffineria hanno perso il posto di lavoro, 800 lavoratori metalmeccanici dell’indotto metalmeccanico della raffineria siciliana, sono le vittime della mancata applicazione degli impegni previsti nel protocollo firmato il 6 novembre 2014. Non accetteremo rimpalli di responsabilità tra istituzioni e ci aspettiamo che nelle prossime ore il Governatore della Regione Crocetta si occupi seriamente e con la massima priorità di attivare tutte le autorizzazioni previste per il piano di riconversione attraverso il progetto di bio raffinazione. Questa terra ferita dalla crisi, continua il Segretario Fim, ha bisogno di speranze e fatti concreti e non della litigiosità irresponsabile dei politici che ha contribuito al declino industriale italiano. I lavoratori chiedono lavoro e non assistenzialismo, è ora di iniziare a rispettare quest'Italia, l'Italia onesta che lotta".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.