Metalmeccanici. Bentivogli (Fim Cisl): "Necessaria una trattativa serrata per fare il contratto in tempi brevi"

Roma 28 gennaio 2016 - Si è svolto oggi il 5° incontro di trattativa per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici alla presenza delle rispettive delegazioni a ranghi ristretti di Federmeccanica e delle segreterie nazionali di Fim, Fiom, Uilm. Le parti hanno condiviso la necessità di accelerare il negoziato con una modalità di confronto che consenta di approfondire le diverse posizioni e, nello stesso tempo, faciliti il negoziato con un lavoro di sintesi. Sono stati definiti 7 incontri in trattativa ristretta; si parte con quattro tavoli negoziali nei giorni 5, 10, 24, 25 febbraio e 1, 2, 9 marzo sui seguenti temi: - Welfare: assistenza integrativa e previdenza, fondo anticrisi di sostegno al reddito; - Formazione professionale; - Modello contrattuale (rapporto tra i due livelli contrattuali), Retribuzione, lnquadramento professionale, Relazioni sindacali e Partecipazione; - Organizzazione e politiche del lavoro: politiche attive, mercato del lavoro e orari. Per il Segretario Generale della Fim-Cisl Marco Bentivogli, “è positiva la decisione di rendere finalmente più operativa la fase negoziale, con una modalità che consente un confronto puntuale su tutti i temi e uno sforzo negoziale di sintesi. Dobbiamo evitare che il negoziato si dilunghi troppo nel tempo. In questi anni abbiamo sempre rinnovato i contratti come Fim-Cisl prima della scadenza contrattuale. E’ pertanto necessario considerare questi giorni di confronto come un negoziato stringente sui singoli argomenti, per giungere in tempi brevi al rinnovo. Vorremmo evitare il rischio di aprire un confronto con un approccio ‘seminariale’ in questa fase del negoziato a quattro mesi dall’avvio. Per fare un buon contratto innovativo, ci vuole tempo e la precondizione è utilizzarlo bene evitando inutili riti”. Ufficio Stampa Fim Cisl

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.