Pensioni. Camusso, Furlan e Barbagallo chiedono al Presidente del Consiglio l'apertura di un confronto

Roma, 11 febbraio 2016I Segretari generali di Cgil, Cisl, Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan, Carmelo Barbagallo hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, per chiedere l'apertura di un confronto sul tema delle pensioni. "Non è più rinviabile - si legge, tra l'altro, nel testo - una discussione di merito sulla flessibilità in uscita e sull'insieme dei problemi aperti (il completamento delle salvaguardie degli esodati, le ricongiunzioni onerose, le questioni dei lavori precoci, di quelli usuranti, delle donne, la quota 96 della scuola, i requisiti per i macchinisti) e, soprattutto, delle future pensioni dei giovani". Peraltro, secondo Camusso, Furlan e Barbagallo, "cambiare l'attuale sistema previdenziale, consentirebbe di dare risposte al tema centrale dell'occupazione, soprattutto giovanile, e di sottrarre il mondo del lavoro alle pesanti iniquità che si sono determinate". Alla lettera, è stata allegata la piattaforma unitaria già varata da Cgil, Cisl, Uil in occasione della manifestazione nazionale svoltasi lo scorso 17 dicembre sul tema "Cambiare le pensioni. Dare lavoro ai giovani".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.