Marittimi: Cgil Cisl Uil al Mit su Jobs act e pensioni

Roma 15 febbraio - “Jobs Act e pensioni sono stati i temi al centro di due incontri oggi tra sindacati e parti datoriali al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti”. E’ quanto riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti in merito ai due incontri sul settore marittimo. “Nel primo incontro di natura tecnica - sottolineano le tre organizzazioni sindacali - sono state raccolte le impressioni delle parti sulle criticità dell’applicazione Jobs Act nel settore”. “Al centro del secondo incontro di natura più strettamente politica - informano infine Filt, Fit e Uilt - c’è stato il percorso da intraprendere con i Ministeri del Lavoro e dei Trasporti per arrivare a definire i criteri che danno diritto al pensionamento anticipato ai sensi dell’articolo 31 della legge 413/84 di riordinamento pensionistico dei lavoratori marittimi, in particolare per il personale dedicato al solo servizio Gmdss (Global Maritime Distress and Safety System) di soccorso e sicurezza in mare”.

Ufficio Stampa Fit

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.