Blutec. Uliano (Fim Cisl): ora si acceleri su reindustrializzazione

Roma, 16 febbraio 2016. Finalmente si è concluso positivamente, dichiara il segretario nazionale della Fim-Cisl Ferdinando Uliano, il contratto di Sviluppo per lo stabilimento ex Fiat di Termini Imerese. Con la firma odierna di Invitalia e il capitale versato da Blutec ora ci sono le disponibilità di oltre 95 milioni per attuare il processo d’industrializzazione. E’ importante che ora l’azienda acceleri tutta la fase industriale in modo di cogliere l’obiettivo dei primi 250 ingressi di lavoratori entro il 2016. E’ stata una impresa durata anni, ora gli investimenti, le risorse e l’imprenditore ci sono per attuare la prima parte del piano di reindustrializzazione. Il nostro obiettivo rimane la piena occupazione per tutti i lavoratori di Termini Imerese sia ex Fiat che indotto e per questo abbiamo già chiesto la convocazione al Ministero dello Sviluppo. E’ altrettanto importante che la pratica autorizzativa della Cassa integrazione sia eseguita velocemente dal Ministero del Lavoro e dall’Inps, perché i lavoratori e le loro famiglie dal 1 di gennaio non stanno ricevendo il pagamento della Cassa Integrazione.

Ufficio stampa Fim

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.