Pensioni. Petriccioli: "Su flessibilità e reversibilita' il Governo apra un tavolo"

Roma 17 febbraio 2016 - “Prendiamo atto che il Presidente dell’Inps Boeri ha riconosciuto la necessità dell’utilizzo di un sistema di flessibilità per le pensioni, al fine di evitare il fenomeno di blocco del turn over nel mercato del lavoro verso i giovani”. E’ quanto sottolinea il Segretario Confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli a proposito dell’intervista a Repubblica del presidente dell’Inps, Boeri. “E’ proprio per questo che chiediamo da tempo un confronto al Governo per individuare una soluzione che possa essere compatibile con gli impegni europei visto che il nostro paese è tra quelli con la più bassa crescita della spesa pensionistica rispetto al Pil. Anche la reversibilità costituisce così come l’integrazione al minimo una forma di solidarietà all’interno delle prestazioni pensionistiche ed è pagata dai contributi dei lavoratori e non dalla fiscalità generale. Per questo non bastano le assicurazioni che oggi il Ministro Padoan ha fornito alla Camera nel suo 'question time'. Come sindacato, non solo chiediamo che le pensioni di reversibilità non siano toccate ma riteniamo necessario togliere ogni riferimento alla previdenza nella delega sul riordino delle misure di contrasto alla povertà”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.