Sud. Sbarra (Cisl): "Contratto sviluppo Taranto: un modello per il Mezzogiorno e per le aree sottoutilizzate del nostro Paese"

Taranto, 26 febbraio 2016."Un grande accordo per l'area di Taranto che assicuri nuova e buona occupazione, coesione sociale e crescita economica". A promuoverlo è stato il Segretario confederale della Cisl, Luigi Sbarra, che oggi concluderà una iniziativa Cisl sul Contratto istituzionale di sviluppo di Taranto. "Abbiamo sostenuto questo progetto sin dal primo momento, condividendone lo spirito partecipativo e la filosofia concertativa. Il Cis-Taranto mobilita quasi 900 milioni di euro su assi prioritari come infrastrutture, bonifica ambientale, cultura, turismo, economia del mare, riqualificazione urbana e può rappresentare una svolta verso una governance partecipata e ben coordinata nelle strategie convergenza, dando forma a un modello di sviluppo per il Mezzogiorno e per le aree sottoutilizzate del nostro Paese. Gli interventi devono essere orientati da una clausola sociale e generare buona occupazione, coesione, investimenti produttivi. La Cisl crede a questa sfida fino in fondo e vigilerà sull'avanzamento dei lavori e sul buon impiego di ogni euro ", ha concluso Sbarra.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.