Donne. #ungiornoinpiu per dire 'no'. Cisl: "Ancora un'occasione per riflettere su tutte le forme di violenza contro le donne che non accennano a diminuire"

Roma, 29 febbraio 2016. "Il mese di febbraio quest’anno ci regala un’occasione in più, un giorno in più per pensare e riflettere su tutte le forme di violenza contro le donne che non accennano a diminuire". Lo dichiara in una nota Liliana Ocmin, Responsabile Dipartimento Donne Giovani Immigrati e Coordinatrice Nazionale Donne della Cisl. "Il lancio nei giorni scorsi dell’hashtag #ungiornoinpiu da parte di "Posto Occupato" - il blog che dal 2013 contrasta la violenza di genere attraverso l’omonima campagna di sensibilizzazione cui ha aderito anche la Cisl a partire dal Coordinamento nazionale Donne, ha dato vita oggi a diverse iniziative su tutto il territorio nazionale. Per quanto riguarda la Cisl, vogliamo segnalare, tra le altre, un importante seminario organizzato dalla nostra sede di Messina sul contrasto alle molestie e violenze nei luoghi di lavoro, anche alla luce del recente accordo sottoscritto a livello nazionale da Confindustria, CGIL CISL e UIL e prendendo spunto dalla recente Sentenza del Tribunale di Palermo che ha visto l’assoluzione di un ex dirigente dell’Agenzia delle Entrate, accusato di molestie nei confronti di alcune sue collaboratrici, il cui comportamento è stato ritenuto e definito semplicemente immaturo, inopportuno e scherzoso. Un giorno in più, dunque, per non abbassare la guardia, per dire 'no' a tutte le violenze che offendono, come quella del Tribunale di Palermo, la dignità non solo delle donne ma di ogni essere umano".

Ufficio stampa Cisl

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.