Crisi. Furlan: "Per far ripartire la crescita servono siringate di energia. Sui contratti bene i primi incontri ora aspettiamo Confindustria"

Roma, 9 marzo 2016.- "Siamo abbastanza fermi. Certo, se guardo a un paio di anni fa con il segno meno, oggi possiamo dire che c'e' un segno piu'. Ma la crescita e' talmente debole che ha bisogno di 'siringate' di energia". E' quanto ha dichiarato oggi a proposito dei dati Istat sul Pil del primo trimestre 2016 la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, ospite del videoforum di Repubblica Tv. "L'economia stenta a ripartire, è il vero problema che abbiamo", ricorda Furlan, "Bisogna creare nuovi posti di lavoro, che non si ottengono attraverso leggi, ma con politiche industriali ed economiche. Poi bisogna creare anche politiche attive del lavoro".

Parla poi dei contratti e dell'avvio del confronto con le parti datoriali sulla proposta di riforma del modello contrattuale e sulla rappresentanza elaborata insieme a Cgil e Uil "Abbiamo iniziato il confronto con Confapi e Confartigianato, gli incontri stanno andando molto bene, c'è condivisione. Saremo capaci di fare sintesi. Aspettiamo ora fiduciosi che il nuovo presidente di Confindustria si sieda al tavolo e inizi a dialogare e, perché no, presenti anche una sua proposta. Confindustria - ha concluso Furlan - è in un momento particolare per il rinnovo dei suoi vertici. Va rispettato"

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.