Pensioni. Petriccioli (Cisl): "Mobilitarci per sostenere confronto su previdenza"

Roma, 14 marzo 2016- “Sulla previdenza c’è l’esigenza di passare dalle parole ai fatti per ripristinare la flessibilità nell’accesso al pensionamento e risolvere l’insieme delle questioni ancora aperte”. Lo ha dichiarato il Segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, commentando le dichiarazioni del Presidente dell’Inps sull’esigenza di un intervento immediato da parte del Governo sulla flessibilità pensionistica. “Il sindacato continua la sua mobilitazione per far conoscere all’insieme dei lavoratori, dei pensionati e dei cittadini le proprie proposte e per ottenere obiettivi di miglioramento di norme che condannano le attuali generazioni ad andare in pensione sempre di più verso i 70 anni, senza tenere conto della pesantezza dei diversi lavori, i giovani che entrano sempre più tardi nel mercato del lavoro ad avere pensioni inadeguate e gli attuali pensionati a subire una continua svalutazione del proprio potere di acquisto. Per questi motivi riteniamo necessario il proseguimento della vertenza previdenziale, con una mobilitazione che sarà decisa a breve, per ottenere dal Governo l’avvio di un confronto necessario ad evitare gli errori del passato e non più rinviabile vista la situazione del mercato del lavoro e l’innalzamento dei requisiti pensionistici legati all’aumento dell’aspettativa di vita”, ha concluso Petriccioli.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.